All’inizio del secolo scorso il capostipite Mansueto Alberti con la consorte Albertina Colombo occupavano le vetrine all’angolo tra corso Monforte e Visconti di Modrone esercitando il commercio di prodotti di merceria e tessuti che venivano importati direttamente dalla Germania.

entrata old(Mansueto Alberti) alberti2 (Carlo Alberti)
 
Nel 1945 il primogenito Carlo Alberti decide di trasformare l’attività paterna aprendo, nei medesimi locali, una delle prime tintorie - lavanderie a secco d’Italia.
Nel 1952 entra in azienda la figlia Albertina e nel 1963 anche il marito Lorenzo Sanpellegrini affianca il suocero nella conduzione dell’attività.
Nel 1970 l’attività necessita di maggiore spazio e quindi si lasciano le vetrine all’angolo con corso Monforte per trasferirsi nei locali attigui, in via Visconti di Modrone.
Oltre ad essere più spazioso, il nuovo negozio, dava l’opportunità dell’ingresso direttamente con la propria automobile, il DRIVE-IN. Negli anni a seguire questo “optional” si rivelerà fondamentale per il crescente problema del traffico.
Negli corso degli anni scorsi si sono aggiunti anche i figli di Albertina e Renzo.
La Tintoria Alberti ha consolidato negli anni la propria tradizione di affidabilità e competenza, tanto da essere menzionata su pubblicazioni italiane ed estere.
Ormai le spedizioni dei capi che vengono trattati nel proprio laboratorio hanno superato i confini nazionali ed in alcuni casi anche quelli europei.
Con il nuovo secolo, all’inizio dell’anno 2004 la nuova avventura del trasferimento in Piazza Castello nella moderna e panoramica sede.
Per adeguarsi alle nuove disposizioni e i nuovi regolamenti legislativi le macchine per il lavaggio a secco vengono separate dall’attività commerciale e vengono dislocate in nuovo capannone ubicato in prossimità della darsena del Naviglio, in via Argelati.
dove siamo2
Veduta aerea di Piazza Castello
dove siamo entrata
Ingresso laboratorio di Piazza Castello